Esordio, vittoria e record!

Si è aperta con una roboante vittoria in trasferta a Cosenza la Regular Season degli Sharks Palermo targati 2016. Il risultato parla chiaro 45 punti fatti e 0 punti subiti. Nuovo record di franchigia come vittoria esterna nei campionati a 9 giocatori.

E’ la prima volta che gli Sharks incontrano i Sauk Wolves Cosenza nella loro storia. La squadra cosentina infatti si è iscritta quest’anno per fare il primo campionato dopo 3 anni di assenza dalle competizioni.
E’ anche l’esordio di coach Alessandro Fonti alla guida del team come HC. Il 6° Head Coach della storia quasi ventennale del team dopo Mercurio, Gallo, Parisi, Lecat e Costa.

Partita condizionata da un fortissimo vento e che quindi porta gli Sharks e il loro OC Luca Cusimano a puntare sulle cose sin dal primo drive.
Grazie ai rbs #22 Todaro, #44 Caminita e al qb #5 Alessandro Albanese gli Sharks Palermo, arrivano in end zone per la prima volta, grazie ad un corsa proprio del quarterback palermitano.Calcio di #8 D’Arpa perfetto e 7-0 Sharks.
Nel drive successivo la difesa è praticamente perfetta, costringendo l’attacco cosentino ad una perdita di yard costante. #8 D’Arpa regala altri 2 punti grazie ad una safety sul qb dei Sauk Wolves e 9-0.

Adesso palla in attacco, e inizia lo show di #22 Giuseppe Todaro, che dopo 3 portate da 10 yard circa, gira l’angolo e trova la meta. Ancora D’Arpa realizza da un punto e 16-0 Sharks.
La difesa che non concede mezza yard forte dei placcaggi di #53 De Lisi,  #61 Guastella e #58 Citarrella, costringe ad un altro Three and out l’attacco cosentino.

Sul finire del 1° quarto, gli Sharks entrano in attacco con dentro il giovane qb #7 Fabrizio Giannitrapani e il Rb #25 Bravatà, la catena continua a muoversi grazie sempre grazie a giochi di corsa e arriva quindi la terza segnatura ancora ad opera di #22 Todaro. 23 a 0 e palla ancora all’attacco Cosentino.
La difesa Sharks inizia il turnover ma riesce sempre a tenere i cosentini lontani dalla chiusura del down grazie ai tackle di #99 Castiglione, #41 B. Maltese, #52 G. Maltese, #49 Carano e #59 Tocco che con una sack porta ancora dietro gli avversari.
In attacco invece arriva l’esordio per il #18 Lorenzo Abbadessa come quarterback, che si presenta subito con una grande corsa da 19 yard in endzone. Si va al riposo con gli Sharks in vantaggio 30 a 0.

Giuseppe Todaro

Giuseppe Todaro, Runninback autore di 3 TD con ben 208 yard corse.

Il vento aumenta con raffiche forti che continuano a condizionare entrambe le squadre. Gli Sharks ruotano le pedine per dare spazio anche ai più nuovi e ai rookie. Ma il predominio è assoluto.

Il terzo quarto si apre con ancora un Td del #22 Todaro. Saranno 208 le yard corse dal giocatore bianco blue a fine partita.
La conseguente trasformazione porta gli Sharks sul 38 a 0 e la partita in Mercy Rules. (il tempo non è più effettivo ma continuato).
In difesa tanto spazio per i rookie, e squadra di casa che prova a dare una scossa guadagnando due primi down, ma un fumbe provocato dal #41 Benny Maltese resituisce la palla alla offense.
Gli Sharks si mangiano tutto il tempo rimasto per fare tutto il campo alternando le corse di #44 Caminita, #25 Bravatà, e del rookie #34 Turrisi e infine segnano l’ultimo Td della giornata con il qb #7 Giannitapani, che varca l’endzone e fissa il risultato finale sul 45 a 0 finale.

Partita condizionata dal vento che gli Sharks hanno interpretato nel migliore dei modi, riuscendo a controllare la gara in pieno stile “barbaro”.
Un plauso anche ai Sauk Wolves, squadra giovane che è tornata in attività dopo tre anni è che si prepara ad affrontare un campionato di rodaggio per potere far fare esperienza ai propri giocatori.

Per quanto riguarda gli Sharks, l’appuntamento è per Domenica 13 Marzo alle ore 14.00 allo Stadio Favazza di Terrasini, contro i forti Highlanders Catanzaro, che l’anno scorso espugnarono proprio il campo degli Sharks con un sonoro 33 a 0.
Sarà subito una partita fondamentale per entrambe, per stabilire chi dovrà guidare il girone A del campionato.

® foto by Emilia Bilotta