Sharksnado! 69 a 6 sugli Achei.

La settimana appena trascorsa ha toccato nel profondo il football palermitano e italiano, per la perdita improvvisa di Alessandro Quartararo Benzo. Per questo motivo in tutti i campi Fidaf si è rispettato un minuto di silenzio prima dell’inizio di ogni partita.
Il minimo, per una persona che si è sempre contraddistinta per abnegazione e spirito di sacrificio in favore del movimento football italiano e palermitano.

Gli Sharks Palermo al Favazza di Terrasini hanno ospitato gli Expert Achei Crotone, in un match che ha visto i palermitani come i protagonisti indiscussi trionfando con un risultato di 69 – 6.

12967546_10209478532789997_3727937022238135717_o-1

L’ingresso in campo degli Sharks Palermo. ® Foto Puleo

 

Ancora un nuovo record di franchigia. Infatti alla prima giornata gli Sharks con il 45 a 0 a Cosenza avevano infranto il record precedente come maggior vittoria esterna, successivamente contro gli Highlanders avevano stabilito un nuovo record di maggiore scarto casalingo. Ieri gli Sharks cancellano e riscrivono il record infliggendo ben 63 punti di scarto a Crotone.

 

Il lancio della moneta favorisce gli ospiti, si parte quindi con la squadra di Crotone in attacco, che non riesce a sfruttare il primo drive offensivo fermata da una sempre più granitica difesa palermitana.

L’attacco degli Sharks non ricambia il favore e dopo solo pochi minuti arriva la prima segnatura della giornata firmata #22 Giuseppe Todaro con un’ottima corsa centrale di 35 yds, preciso il piede di #8 Germano D’arpa 7-0.


Gli Expert Achei Crotone falliscono nuovamente il loro drive offensivo ed, una volta entrata l’attacco palermitano, il solito #22 Giuseppe Todaro non se lo lascia ripetere due volte ed arriva ancora in end zone, ottimo il lancio del QB #5 Alessandro Albanese. Si opta per una trasformazione da 2pt che #85 Calogero Mondi realizza in maniera sublime 15 – 0.

Gli Achei non demordono e anche se con difficolta riescono a far muovere la catena arrivando a poche inches dall’end zone, dove il QB #12 Hermann Falbo con una qb sneak riesce ad entrare in end zone. Trasformazione da 1pt bloccata da # 15-6.

Primi (ed ultimi) 6 punti subiti dalla difesa palermitana, ma niente di grave. A distanza di pochi minuti ci pensa il #11 Marco Randisi ad incrementare il punteggio degli Sharks ottima ricezione sul preciso lancio del QB #5 Alessandro Albanese. Stavolta il sempre preciso piede di # Germano D’arpa fallisce 21-6

Giuseppe Todaro dopo la prima segnatura

il Rb #22 Giuseppe Todaro dopo la prima segnatura. ® Foto Melita

 

Impotente l’attacco di Crotone che a malapena riesce a muovere la catena a non sempre vi riesce, ottimo il lavoro dei linebackers #54 Manfredi Carano e #52 Giacomo Maltese.

Sono ancora gli Sharks Palermo ad arrivare in end zone, il QB palermitano #5 Alessandro Albanese cerca e trova, con un lancio di 39 yds, un infallibile #85 Calogero Mondi, buono il piede di #8 Germano D’arpa 28 – 6.

Mancano poco più di quattro minuti alla fine del primo tempo ed ancora una volta sono i palermitani a cambiare il punteggio, #15 Pierluca Cuvello riceve in end zone un lancio del solito #5 Alessandro Albanese che con una corsa regala agli Sharks anche i 2 pt addizionali 36-6.

marco

il Wr #11 Marco Randisi insieme al compagno #85 Carlo Mondi, dedicano il TD ad Alessandro Quartararo Benzo. ® Foto Melita

La situazione per l’attacco di Crotone diventa frustrante, diventa pericoloso mettere l’ovale in aria, ben cinque gli intercetti subiti. Davvero ottima la capacità di lettura di #29 Giulio Sposito e #54 Manfredi Carano autori entrambi di un intercetto. Grande attenzione va riservata alla strepitosa prestazione del #10 Paride Zappalà che arriva in pratica ovunque grazie alle sua spiccata agilità e alle sue doti da velocista , tutte caratteristiche che hanno fatto sì, che tre dei cinque intercetti portano il suo nome.

Cambi nell’attacco palermitano entra il QB #18 Lorenzo Abbadessa al posto del #5 Alessandro Albanese che chiuderà con 8 su 12 per 4 td e un intercetto. Cambio in cabina di regia, risultato identico, infatti è proprio il #18 Lorenzo Abbadessa ad entrare con una corsa in end zone, buono il piede di #8 Germano D’arpa 43-6.

Siamo allo scadere di un infinito primo tempo, quando il nuovo entrato QB #18 Lorenzo Abbadessa è ancora una volta protagonista raggiungendo l’end zone con una corsa di 15 yds, ci pensa il #25 Alberto Bravatà a regalare altri 2 pt ai palermitani 51-6.

12961210_1273117886034935_2065534736789124932_o

Placcaggio del Cb #29 Sposito e del Dl #53 De Lisi. ® Foto Melita.

Si va al riposo con la squadra di HC Alessandro Fonti che è ad un passo dal superare il record di punti messi a segno stabilito nel match contro gli Highlanders Catanzaro.

Siamo ormai in Mercy Rules il tempo sul cronometro continuerà a scorrere e si arresterà solo in caso di time-out o segnature.

Il primo protagonista del terzo quarto di gioco è il #7 Fabrizio Giannitrapani che raggiunge l’end zone con una breve corsa 57-6. Record battuto. Fallita la trasformazione da 2pt.

L’ultimo quarto di gioco si apre con il #18 Lorenzo Abbadessa che con un lancio di 48 yds fa sognare il pubblico sugli spalti, ma per completare l’opera serve l’ottima ricezione di #13 Antonio Menza 63-6 e pubblico in visibilio.

L’ultima segnatura della partita vede come protagonista il binomio #18 Lorenzo Abbadessa e #7 Fabrizio Giannitrapani, ottimo il lancio, superba la ricezione. 69-6 e partita conclusa.

I complimenti vanno all’intero team e al coaching staff degli Sharks Palermo, si sa il duro lavoro premia sempre e HC Alessandro Fonti sarà felice di godersi l’ennesimo record battuto.

Onore agli Expert Achei Crotone che sono stati finora gli unici a scalfire la granitica difesa palermitana.

Il prossimo appuntamento è fissato per la prossima settimana.
Domenica 10 Aprile presso lo Stadio Favazza di Terrasini, gli Sharks Palermo ospiteranno i Sauk Wolves Cosenza per la prima giornata di ritorno.

®foto copertina by Antonio Melita

Jimmy Fatta
Ufficio Stampa Sharks Palermo