Sharks in semifinale, battuti i Mad Bulls.

Domenica 12 Giugno si è disputato, presso il campo sportivo Ribolla di Palermo, lo Sbraco Bowl, ovvero il match valido per la qualificazione alla semifinale del campionato di terza divisione Fidaf, che ha visto come protagonisti gli Sharks Palermo e i Mad Bulls Barletta.
A trionfare sono stati i padroni di casa, che si sono imposti per 43 – 12.

Decisamente alta la tensione dei giocatori in campo, dopotutto è la prima volta, in 19 campionati, che gli Sharks hanno potuto disputare un quarto di finale playoff a Palermo, senza contare che si giocava per l’acceso alle semifinali di conference.

Il sole siculo ha battezzato il match nella sua totalità, innalzando notevolmente la temperatura, creando qualche difficoltà in più alle due formazioni.

Ad aprire le danze e segnare i primi punti sul tabellone sono sono i padroni di casa.
Il running back #22 Giuseppe Todaro, una volta messo in sicurezza l’ovale, consegnatogli dal QB #5 Alessandro Albanese, grazie alle sue doti atletiche e ad una grande forza fisica, supera senza troppi problemi la difesa dei Mad Bulls entrando in end zone, dopo una corsa di circa 30yds. Preciso il piede del kicker #8 Germano D’arpa: 7 – 0.

Immediata la reazione della formazione pugliese, il QB #12 Raffaele Delcuratolo mette l’ovale in aria, cercando e trovando l’attento TE #13 Alex Gutierrez, che senza esitare fa suo l’ovale ed entra in end zone. La trasformazione non va a buon segno e il risultato è di  7 – 6.

Ottimo il lavoro d’entrambe le formazioni difensive, che a suon di placcaggi riescono a bloccare il punteggio sul 7-6, mostrando un grande spettacolo al pubblico sugli spalti.

Sono passati pochi minuti dall’inizio del secondo quarto di gioco, quando il QB #5 Alessandro Albanese imbecca #15 Pierluca Cuvello libero in end zone: il lancio di Albanese è preciso e Cuvello è sicuro nella ricezione. Trasformazione fallita e risultato sul 13-6.

Record per gli Sharks, quello di Cuvello è il punto numero 3000 nella storia della franchigia.

La difesa degli Sharks continua a dominare, diventa pericoloso per la squadra pugliese mettere l’ovale in aria, grazie alla splendida prestazione della SS #10 Paride Zappalà e del CB #29 Giulio Sposito, autore di un intercetto. Granitico il reparto dei linebackers che non concede spazio ai running back avversari.

Sharks in attacco, e ancora un lancio del QB #5 Alessandro Albanese che trova il WR #18 Lorenzo Abbadessa che, con estrema agilità, si libera dell’avversario per poi ricevere l’ovale e dopo una corsa in solitaria, per circa 25yds, entra in end zone: ottima l’intesa tra questi due giocatori.  #8 Germano D’Arpa da 1 pt porta il punteggio sul 20-6, risultato con il quale le due squadre andranno a riposo.

Si rientra in campo e gli Sharks in attacco vanno subito a segno grazie alla premiata ditta Abbadessa/Albanese che continua a funzionare alla perfezione. Il Quarterback palermitano infatti scarica una palla direttamente in endzone sul ricevitore e successivamente mette a segno una corsa da 2pt: 28-6 Sharks e partita in freddo…si fa per dire.

Il sole infatti continua incessante, la temperatura è alle stelle, ma nessuna delle due formazioni sembra volersi arrendere. La difesa dei Mad Bulls costringe i palermitani al punt.
Ma la difesa Sharks nonostante le assenze di #53 De Lisi e #52 Jack Maltese continua a mettere pressione alla offense pugliese.
Ci pensa il DL #59 Giorgio Tocco a regalare palla alla offense biancoblue, su un placcaggio infatti, strippa direttamente al rb il pallone consegnandolo ad Albanese e Co.

Gli Sharks chiudono un primo down e vanno nuovamente a segno. Albanese trova il WR #6 Emanuele Liggio, il quale, con un’ottima ricezione, fa conquistare altri sei punti agli Sharks. Trasformazione fallita e punteggio sul 34 – 6.

I Mad Bulls subiscono il colpo, la concentrazione dei pugliesi cala e gli Sharks ne approfittano. I Mad Bulls in attacco snappano alto, generando così un fumble in end zone, sul quale si avventa l’attento LB #4 Gabriele Bova  che ricopre la palla e conquista altri 6 punti. Trasformazione da due fallita e 40-6.

Quando ormai il tempo a disposizione è quasi esaurito, la squadra pugliese ha ancora energie e riesce a mettere punti sul tabellone grazie ad una corsa di #33 Marella. Fallita la trasformazione il punteggio è sul 40 – 12.

L’ultima emozione della gara proviene ancora dalla squadra di casa. Si gioca un quarto down e lungo, gli Sharks quindi, optano per un field goal da circa 35 yds, una distanza considerevole, ma alla stragrande portata del #8 Germano D’Arpa che senza apparenti problemi regala altri tre punti agli Sharks Palermo.

Il punteggio finale è quindi di 43 – 12 a favore degli Sharks Palermo che si aggiudicano l’accesso in Semifinale.

L’ Mvp dello Sbraco Bowl viene consegnato a Giulio Sposito, Cb Sharks autore di giocate importanti durante tutta la gara.

Il prossimo fine settimana gli Sharks Palermo affronteranno in casa gli Steelers Terni che hanno espugnato il campo degli Etruschi Livorno.

Jimmy Fatta
Ufficio stampa Sharks Palermo