Palermo sbanca Crotone e vola in vetta

Gli Sharks Palermo conquistano una bella vittoria sul campo ostico degli Achei Crotone. Dopo un primo quarto equilibrato, i palermitani salgono in cattedra e mettono a segno 48 punti in tre quarti.

Trasferta difficile quella che affrontano gli Sharks, oltre alla distanza infatti si aggiungono le defezioni di elementi chiave del roster palermitano come Zappalà, Todaro e Abbadessa che si aggiungono ai convalescenti Mazzone e Guastella.
Ad aspettarli gli Achei Crotone che reduci dalla vittoria nel derby con i Black Tide in overtime arrivano a quest’incontro con grande voglia di dimostrare la loro effettiva crescita.

Pronti, via e primo quarto combattutissimo.
Gli Achei in attacco svelano immediatamente le loro carte. Ottimo feeling tra il Quarterback #12 Falbo e i suoi ricevitori e la squadra di casa riesce a muovere la catena conquistando 2 primi down. La difesa degli Sharks dopo alcune sbandate, si riorganizza e costringe al punt Crotone.
Entra l’attacco Sharks, che dopo la chiusura del primo down non riesce a concretizzare a palla nuovamente in mano agli Achei.
La offense crotonese riesce ancora a muovere la catena, ma la pressione di #52 Maltese, #8 D’Arpa e #12 Bova si fa sentire e costringe il quarterback a liberarsi in fretta dell’ovale, palla alta e intercetto di #29 Sposito, schierato safety.
Palla ancora alla offense degli Sharks guidata da #5 Albanese che imbecca #6 Liggio, #15 Cuvello e #11 Randisi per 2 primi down, successivamente #25 Bravatà muove la catena con 2 ottime corse e gli Sharks arrivano sulle 25 yard di Crotone.
Albanese chiude ancora il down con una corsa personale ma un fallo vanifica gli sforzi dell’attacco palermitano che si ritrova a giocare un primo down e 25 dalle 35 Achei. Sul terzo tentativo e lungo, la safety Crotonese intercettta il pallone ridando palla in attacco agli Achei.

Inizia il secondo quarto e la musica cambia. La defense Sharks è ordinata e ferma ogni velleità dell’attacco crotonese grazie alle ottime coperture di #31 Affronti, #29 Sposito e #17 Corrao. Entra in campo l’attacco Sharks, e dopo alcune ottime corse di #1 Bova supportate da una linea d’attacco in forma strepitosa, #5 Albanese trova #6 Liggio che entra in endzone per il 6-0 in virtù della mancata trasformazione. L’attacco acheo non molla e continua a muovere la catena ma arrivato sulle 30 yard avversarie viene nuovamente fermato da una difesa davvero aggressiva. #5 Albanese prima corre per 20 yard e successivamente trova #15 Cuvello al centro che entra in endzone. La trasformazione da 2 è ok con un pass su #85 Mondi e 14-0. Rientra la offense crotonese ma il tempo è poco e la difesa degli Sharks attenta. Si chiude il primo tempo con gli Sharks sopra di 14 punti.

Inizia il terzo quarto e #15 Cuvello, schierato ritornatore si fa tutto il campo e arriva in end zone ad inizio ripresa. Trasformazione di #8 D’Arpa ok e 21-0 immediato dei palermitani. Gli Achei accusano il colpo e non riescono a chiudere il primo down ridando palla agli squali. L’attacco Sharks invece ha preso le misure e alternando giochi di corse e lanci si ritrova ancora a 25 yard dalla meta. Pass di #5 Albanese per il TE #85 Mondi e 28-0 in virtù della trasformazione.
Sharks travolgenti e in totale controllo della gara. La linea di difesa con #53 Garufo, #56 Tocco e #59 De Lisi, riesce a contenere le offensive achee e costringere Falbo al lancio lungo che viene prontamente intercettato da #17 Corrao che restituisce palla ad Albanese e Co – che imponendoo un ritmo alto alla gara, metteno tanta pressione alla difesa crotonese che complice anche la stanchezza di alcuni giocatori in doppio ruolo, cede nuovamente. #5 Albanese imbecca ancora #85 Mondi e porta il risultato sul 35 a 0 con la trasformazione di #8 D’Arpa.

Si entra in No running clock (il tempo non si ferma più) e il coaching staff degli Sharks nel quarto quarto mette dentro i giocatori più giovani e i rookie per far far loro esperienza ma il risultato no cambia. #31 Affronti intercetta il pallone di Falbo e da palla alla offense di coach Cusimano. Albanese sfrutta le corse di #41 Di Piazza e #34 Turrisi e le ricezioni di #13 Menza e #11 Randisi prima di entrare direttamente in end zone con una corsa laterale. 42-0.
Scatto di orgoglio dell’Offense Achea che con il secondo qb #10 riesce a violare meritatamente la end zone degli Sharks accorciando le distanze e portandosi sul 42-8 in virtù della trasformazione. Gli Sharks però non mollano un centimetro e spostano rapidamente la catena, portandosi a ridosso della endzone a pochi secondi dalla fine. Lancio di #5 Albanese su #11 Randisi e touchdown che fissa il punteggio sul 48 a 8 chiudendo la gara.

Una partita ben giocata dagli Sharks che sono riusciti, dopo un primo quarto sottotono a imporre il loro gioco in attacco e in difesa. Magistrale prova della secondaria e dei Lb esterni Sharks, che sono riusciti a limitare il forte attacco crotonese. In attacco, menzione speciale per la linea d’attacco con #63 Lelio, #62 Randazzo, #77 Raneli e #70 Sapienza che hanno permesso ad Albanese di lanciare senza eccessiva pressione ben 5 td pass su tutto il fronte offensivo.

Adesso tre settimane di pausa per gli squali e poi sarà tempo di tornare in Calabria, questa volta sponda Catanzaro, dove ad aspettarli ci saranno gli aggueritissimi Black Tide, reduci dalla sontuosa vittoria per 43 a 6 contro i Cardinals Palermo.

Ufficio Stampa Sharks Palermo