Sharks: il cuore non basta.

Dopo 2 anni e mezzo e 19 vittorie consecutive, gli Sharks escono sconfitti al Nine Bowl contro i Sentinels Isonzo per 17 a 14 in match al cardio palma.

Il sogno degli Sharks Palermo si infrange all’ultimo atto del campionato di football a 9.

Gli Sharks, cedono ai Sentinels Isonzo per 17 a 14 al termine di un match tiratissimo dove gli Sharks pagano a caro prezzo gli errori commessi, soprattutto nel primo tempo.

Nel primo tempo partono subito forte i Sentinels che intercettano l’ovale lanciato dal quarterback  palermitano Albanese e lo riportano direttamente in end zone. Una doccia fredda immediata per la offense, che però non sembra portare strascichi nel drive seguente dove gli Sharks si fermano a soli 14 yard dalla endzone.

Il secondo quarto si apre con i Sentinels in attacco, ma la difesa è attenta. In attacco però gli Sharks non riescono ad essere incisivi e sulle 30 yard avversarie Albanese lancia il secondo intercetto della serata. Brutto colpo anche questo, anche perchè questa volta i Sentinels non perdonano e si portano sul 14.0. Così termina il primo tempo. Sharks sotto di 14 punti.


Nel secondo tempo, la stanchezza inizia ad affiorare, soprattutto nelle file degli Sharks autori di una trasferta di 1500 km, in attacco coach Cusimano sostituisce Abbadessa in cabina di regia al posto di Albanese. La squadra non si sveglia immediatamente ma continua a macinare yard su yard. Abbadessa con la sua versatilità, riesce a chiudere parecchi down ma tutto viene vanificato da un fallo che restituisce palla agli isontini. La difesa riesce ancora a contenere gli attacchi dei Sentinels che però realizzano un calcio da 3 punti portandosi sul 17.0
A questo punto, gli Sharks escono il cuore, Abbadessa alterna lanci e corse e su un terzo tentativo il runninback #1 Bova entra in endzone accorciando le distanze. 17.7 Sentinels.
L’attacco dei friulani però è bravo a far correre il cronometro per tutto il quarto quarto riuscendo a consegnare palla all’attacco Sharks con 38 secondi sul cronometro. A quel punto, gli Sharks provano il tutto e per tutto e riescono ad entrare in end zone a 1 secondo dalla fine con un lancio di Abbadessa su Randisi. Ma è troppo tardi, il tempo rimasto non permette agli squali di avere un altro possesso e la partita finisce consegnando il Nine Bowl tra le mani dei Sentinels Isonzo.

Finisce così una partita ad alta intensità che ha visto trionfare meritatamente la squadra che ha sbagliato meno, i Sentinels che sono riusciti a capitalizzare al massimo gli errori dei palermitani e gestire il tempo in modo impeccabile non dando la possibilità agli Sharks di compiere la rimonta.

Dopo 19 vittorie consecutive, gli Sharks escono sconfitti ma a testa alta, consapevoli dei propri errori e della propria forza e pronti più che mai a mettersi a lavoro per la prossima stagione.