Sharks, ecco il Coaching Staff 2018

Presentato l’intero coaching staff della prossima stagione. Uno dei più competitivi di sempre.

Con l’ufficialità dell’ingaggio del nuovo head coach Eric Mosqueda proveniente dai Condors FCA di Città del Messico – qui l’articolo dedicato – gli Sharks Palermo hanno messo la ciliegina sulla torta su di un organico che mai come quest’anno si preannuncia super competitivo e affiatato. Il coach messicano riceve un eredita scomoda,  quella di Alessandro Fonti, riuscito in ben due anni a prendersi un bel pò di soddisfazioni; 19 partite vinte su 20, tutte consecutive. Record di punti fatti e subiti, un campionato vinto nel 2016 e una finale raggiunta nel 2017. Numeri da record. Coach Fonti, sarà una spalla solida sulla quale potrà contare coach Mosqueda e ricoprirà il ruolo di Special Team Coordinator.

Novità in attacco. Dopo due anni alla guida dell’attacco bianco blu, Luca Cusimano, lascia l’incarico di Offensive Coordinator per tornare a indossare casco e spalliera. Porta con sé un record assoluto. Il suo attacco infatti ha totalizzato negli ultimi 2 anni 751 punti in 18 partite (senza considerare i due match vinti 8-0 a tavolino ndr.) , con una media di ben 41 punti a gara. Una offense spumeggiante capace di andare a segno con ben 18 giocatori differenti nel campionato di football a 9 giocatori.
Al posto suo, gli Sharks hanno deciso di dare le chiavi dell’attacco ad un coach esperto e rinomato che non ha certo bisogno di presentazioni. Sarà infatti Fabrizio Lo Celso, la guida in attacco degli Sharks per il campionato di seconda divisione. Il coach palermitano è stato uno degli artefici principali nel successo della offense dei Cardinals Palermo dal 2011 al 2015. In questa nuova esperienza, coach Lo Celso, dovrà trovare la giusta alchimia in una offense composta da tanti giovani, ma soprattutto da giocatori esperti e abituati a palcoscenici come quello della seconda divisione, che si daranno battaglia per conquistare un posto negli undici di partenza.
A coadiuvare coach Lo Celso in attacco una bandiera degli Sharks: Cesare Fonti, per lui il terzo anno come coach delle linee d’attacco, reparto sul quale gli Sharks stanno investendo molto in vista di questa stagione. Confermatissimo come allenatore dei running back il giovane Roberto Cristina, che a soli 26 anni ha deciso, l’anno scorso di appendere il casco al chiodo per iniziare la carriera da allenatore. A lui il compito arduo di gestire gente del calibro di Todaro, Bova, Turrisi e il nuovo acquisto/vecchia conoscenza Spinelli. A chiudere gli assistant in attacco il capitano Marco Randisi, che anche quest’anno presterà i suoi servigi come giocatore/allenatore dei ricevitori.

Come sarà la nuova difesa Sharks? È quello che si chiedono gli addetti ai lavori, c’è infatti molta curiosità dopo il passo indietro di Andrea De Simone che negli ultimi 3 anni ha costruito da zero quella che poi si è rivelata la miglior difesa degli ultimi due campionati italiani di Terza Divisione. A raccogliere l’eredità sarà proprio coach Mosqueda, mentre De Simone oltre a continuare a curare la preparazione atletica dei ragazzi, lo coadiuverà come Assistant dei Line backer. C’è tanta curiosità perché è dal 2008 – con Gerardo Vera Gomez –  che gli Sharks non affidano la guida della defense ad un coach straniero.
A coadiuvare Mosqueda, oltre a De Simone, ci sarà il confermatissimo Aldo Del Lisi come coach dei DL, reparto che dovrà fare il salto di qualità rispetto alle passate stagioni a 9 giocatori. Mentre la grande novità riguarda i defensive back che saranno affidati ad un altra bandiera Sharks, l’esordiente coach Alessio Affronti.

Ad aggiungere, infine, il tocco finale in un coaching staff di assoluto livello è stato il ritorno, dopo 3 anni, di Massimiliano Lecat alla guida pro-tempore della squadra, in attesa che coach Mosqueda arrivi a Palermo il 15 Gennaio. Un ritorno importante che sicuramente delinea da parte della dirigenza Sharks, una particolare attenzione rivolta nei confronti del nuovo campionato di Seconda Divisione, nel quale gli Sharks Palermo, rappresenteranno l’unicorno del football sud-italico in coabitazione con i Mad Bulls Barletta. Uniche due realtà a rappresentare il sud nel football a 11 giocatori.

Ufficio Stampa Sharks Palermo