Gli Sharks espugnano Bologna all’esordio in II Divisione

Dopo tre esaltanti stagioni nel campionato di football a 9 giocatori, il team palermitano sconfigge a Bologna, i Braves per 13 a 9, festeggiando così il ritorno in Seconda Divisione dopo 3 anni di assenza.

Gli Sharks Palermo, partiti sfavoriti alla vigilia dai pronostici, conquistano una vittoria importantissima contro i Braves Bologna, nel match di esordio del Girone A del campionato di seconda divisione.
Il team guidato dai nuovi acquisti Eric Mosqueda e Fabrizio Lo Celso, rispettivamente Head Coach-Defensive Coordinator il primo e Offensive Coordinator il secondo, si presenta a Bologna con 31 atleti a roster.
Ad attendere gli Sharks, i Braves Bologna, franchigia data da tutti come una delle candidate alla conquista del titolo finale e che nel mercato invernale ha messo a segno dei colpi di assoluto livello per rinforzare la rosa.

Pronti, via, e sale immediatamente in cattedra la difesa guidata dal coach messicano, che costringe al Punt i bolognesi. Neanche il tempo e subito la offense Sharks muove la catena. Il neo-promosso qb titolare #18 Lorenzo Abbadessa completa su #15 Cuvello, prima di trovare il #6 Emanuele Liggio in End-zone. Il calcio di #8 D’Arpa è ok e gli Sharks vanno sul 0-7.

La difesa Sharks però che non concede nulla grazie all’ottimo lavoro in linea di #53 Garufo e #90 Mondello e ai placcaggi di #52 Maltese, #12 Bova e #10 Zappalà e dopo due primi down presi dal ricevitore ex Catania #80 Barbagallo, i Braves vengono fermati.

La offense Sharks continua a rendersi pericolosa e arriva a ridosso della goal line grazie alle corse del runninback #25 Spinelli e all’ottimo lavoro di tutta la linea d’attacco. #18 Abbadessa però, viene intercettato sulle 20yds Braves e il team bolognese riconquista l’ovale e grazie ad una corsa di Iannotta riesce a bucare la difesa palermitana. 7-7.

A metà del secondo quarto, #18 Abbadessa continua a gestire bene il gioco, riuscendo a completare su #15 Cuvello e #11 Randisi, e muovendo la catena. Su un secondo tentativo sulle 40 avversarie però, il qb palermitano rimedia un infortunio su una corsa laterale che lo costringe ad abbandonare il terreno di gioco.
Al suo posto entra #5 Albanese che nell’azione successiva viene subito intercettato. Duro colpo per la offense guidata da Lo Celso.

A questo punto, sale in cattedra la difesa bianco-blue che riesce a limitare l’attacco bolognese grazie ai tackle di #59 Tocco, #58 Citarella, #24 Todaro e #8 D’Arpa. Su un quarto down giocato alla mano dai bolognesi e fermato dalla difesa di coach Mosqueda, che entra nuovamente – a 2 minuti dalla fine del secondo quarto- l’attacco guidato da Albanese. Prima 2 corse di #25 Spinelli e 1 dello stesso quarterback portano gli Sharks i raggio field goal. #8 D’Arpa non fallisce e porta gli Sharks sul 7-10 prima del riposo.

Il secondo tempo inizia con un three and out da parte degli Sharks che non riescono a mettere punti nel tabellone nonostante il primo possesso. I Braves si rifanno sotto, ma un intercetto magistrale di #29 Sposito riesce a fermare l’attacco bolognese.
La offense degli Sharks però è sotto pressione e Albanese non riesce ad essere lucido nella tasca, trovandosi molto spesso a scappare dalla stessa, senza però vedere la luce. Quasi alla fine del terzo quarto la difesa Braves approfitta del momento no dell’attacco degli Sharks e placca Cuvello in endzone. Safety e 2 punti. Punteggio 9-10 ancora per i palermitani. Partita tiratissima.

Siamo al quarto quarto, i Braves in seguito ad un punt di Zappalà sulle 13yd avversarie ripartono su un 1&10.
I bolognesi provano con delle corse centrali a sfondare senza trovare però il primo down. Sul punt sbagliato dei Braves si avventa però #58 Citarella che recupera l’ovale e riconsegna palla ad Albanese sulle 7 yard Braves.

GlI Sharks provano ad entrare in end-zone e dopo due corse di Spinelli e Albanese che prova con una Qb sneak ad sfondare la goal line avversaria e su una decisione controversa la offense riceve 30 yard di penalità e viene ricacciata indietro. #8 D’Arpa però, è decisivo e realizza un field-goal fondamentale da 40 yard che mette sotto pressione l’attacco Braves, costretto adesso a dover segnare 7 punti in 2 minuti per portarsi a casa la gara.

L’ottima difesa degli Sharks, nonostante l’uscita per infortunio del mai domo #52 Maltese, riesce a tenere e sulla victory formation finisce la partita.

Vittoria quindi, che permette ai palermitani di balzare al primo posto nella classifica del girone, insieme ai Warriors Bologna, vittoriosi contro i Knights Sant’Agata, prossimi avversari degli Sharks, domenica prossima a Palermo. Per un match – revival della finale del 2016- che potrebbe già essere decisivo per entrambe le squadre.

Clicca qui per seguire l’evento.

Ufficio Stampa Sharks Palermo