Cuore e sudore. Sharks ai playoff di II Divisione.

Gli Sharks Palermo alla terza partita in sette giorni strappano una vittoria importantissima contro i Knights Sant’Agata a Bologna. 37 a 25 il punteggio finale che garantisce al team di coach Mosqueda la qualificazione storica ai playoff di Seconda Divisione.

Ad inizio anno, sopratutto dopo l’uscita del calendario e dei gironi era quasi impronosticabile che gli Sharks Palermo potessero riuscire nell’impresa di raggiungere i playoff di Seconda Divisione da matricola dopo 3 anni di Terza Divisione. Eppure la franchigia palermitana è riuscita a raggiungere quest’obiettivo. Lo ha fatto grazie alla vittoria contro i Knights San’Agata in una partita condizionata dal forte caldo e dai roster cortissimi di entrambe le squadre.

Gli Sharks infatti arrivano a Bologna dopo l’ennesima trasferta chilometrica e con due battaglie sulle gambe, rispettivamente contro Braves e Mastini, giocate a pochissimi giorni di distanza.

Al primo quarto arriva subito la doccia gelata per gli Sharks, i Knights infatti riescono a portarsi sul 13-0 immediatamente grazie ad una maggiore luicidità iniziale. La reazione dei palermitani arriva nel secondo quarto quando addirittura riescono a ribaltare il risultato portandosi sul 13-21 grazie al touchdown di #32 Graziano, rookie-promessa del team palermitano che a soli 16 anni si regala il primo td in seconda divisione, che inaugura le marcature, successivamente con #25 Spinelli che consente agli Sharks di agganciare i Knights e infine sul finire di quarto grazie ad un Td del #8 D’Arpa che ritorna un fumble direttamente in endzone.

Il team palermitano vede protagonisti i rookies che si distinguono con delle giocate pregievoli, su tutti oltre al runninback sopracitato il lb #4 Li Calsi e cornerback #2 La Licata (16 anni anche lui).

I Knkights però non mollano e accorciano le distanze ad inizio terzo quarto portandosi a ridosso dei palermitani- 19-21.
Gli Sharks reagiscono e portano avanti la catena alternando corse e lanci, ci pensa ancora #25 Spinelli ad entrare in endzone e regalare altri 6 punti ai palermitani che allungano 19 a 27. I doppi ruoli si fanno sentire, da una parte e dall’altra e la mancanza di lucidità in alcune azioni chiave è la evidente conseguenza. I Knights non mollano e grazie ad una lunga corsa di Vigorito accorciano ancora. Sulla trasformazione da due punti però il #29 Sposito intercetta il pallone e corre per 105 yard in endzone regalando due punti ai palermitani. 25-29 Sharks.

Ci pensa un altro giovane in casa Sharks ad allungare grazie ad una safety. il #49 Francesco Falcone infatti placca il Quarterback bolognese nella end zone regalandosi i primi punti della sua carriera e permettendo agli Sharks di andare sul 31 a 25.

Nell’azione seguente, prima una ricezione pazzesca di #7 Giannitrapani porta gli Sharks sulle 40 yard avversarie, successivamente ci pensa #6 Liggio a ricevere in endzone un lungo pass di #5 Albanese e chiudere definitivamente la gara. 37 a 25 e partita in cassaforte.

Gli Sharks terminano così la regular season con un parziale di 4 vittorie e 4 sconfitte che garantisce l’accesso ai playoff di seconda divisione dopo 6 anni di assenza, l’ultima volta infatti gli Sharks si classificarono nel 2012 e furno eliminati ai quarti di finale dai Barbari Roma Nord per 7-0.

E adesso? Gli Sharks giocheranno la Wild Card nel weekend del 9/10 Giugno contro i Daemons Martesana, primatista del girone Lombardo-Piemontese e dovranno recarsi a Cernusco sul Naviglio a giocarsi il possibile accesso ai quarti di finale. Si prospetta un altra trasferta epica per una squadra che in questo momento probabilmente , rappresenta con orgoiglio l’intero panorama del Sud Italia nel football italiano a 11 giocatori.

Ufficio Stampa Sharks Palermo