Regolamento Interno

Di seguito una breve guida sull’organizzazione interna della società sportiva dilettantistica Sharks Football ASD. Quanto riportato è estratto dallo Statuto societario e dai Verbali del Consiglio Direttivo.

ART. 1 – OBBLIGHI E FUNZIONI DEL CONSIGLIO DIRETTIVO 

Il Consiglio Direttivo, di seguito C.D. ha potere decisionale pertanto può e deve:

  1. Decidere in merito alle domande di affiliazione, di tesseramento e di trasferimento.
  2. Vigilare sulla rigida osservanza delle disposizioni dello Statuto, dei Regolamenti interni, Federali e di gioco, reprimendo le eventuali infrazioni; attuare le delibere dell’Assemblea dei Soci.
  3. Amministrare il patrimonio sociale.
  4. Rappresentare la società Sharks Football ASD di fronte a Enti nazionali e Internazionali.
  5. Dirimere le eventuali controversie interne ed esterne. Infliggere sanzioni disciplinari segnalate dalla Commissione Disciplinare.
  6. Modificare o revocare il presente regolamento. 
  7. Il C.D. si riunisce in media due volte al mese e durante l’attività della squadra, comunque ogni volta che ve ne sia bisogno.

Art. 2 – DIRITTI E DOVERI DEI TESSERATI (Atleti / Capitani – Coaching Staff)

  • Le prestazioni di tutti gli atleti sono svolte sempre a titolo gratuito.
  • Tutti gli atleti hanno l’obbligo tassativo di:
  • Rispettare le scadenze e ottemperare al pagamento delle quote sociali e sportive.
  • Essere sempre puntuali e presentarsi in campo per allenamenti/partite all’ora stabilita.
  • Condurre a termine le sedute di allenamento e le partite iniziate, evitando assenze ingiustificate.
  • Collaborare e cooperare in tutte le attività che investono la squadra, adoperarsi alla sistemazione e allo sgombero dei campi di allenamento e di gara.
  • Le assenze vanno sempre comunicate e motivate al Capo Allenatore (HC) nel limite del possibile:
    Prima dell’allenamento e non più tardi del giorno precedente.
    Due/tre settimane prima della partita. 
Nota Bene: Tre assenze ingiustificate al mese comportano la sospensione temporanea dalla squadra.

La nomina dei “Capitani” è a discrezione dell’Head Coach. È responsabilità del/i capitano/i: 

  • Vigilare sulla condotta dei compagni di squadra in campo e i rapporti di essi nei confronti dell’Arbitro, degli Enti federali e degli avversari.
  • Coadiuvare l’Arbitro nel regolare svolgimento delle gare e provvedere alla repressione di ogni intemperanza dei propri compagni.
  • Solo e soltanto al/i Capitano/i è consentito rivolgersi all’Arbitro a gioco fermo o a fine gara, in forma corretta e non ostruzionistica; qualora necessiti presentare delle riserve o avere chiarimenti. 
Nota Bene: Non sono ammesse, da parte dei giocatori, proteste individuali o collettive.
  • Tutti i componenti la squadra, hanno obbligo di Assoluto Rispetto verso:
    Dirigenti – Allenatori – Capitani – propri compagni e giocatori avversari – Signor Arbitro e Crew arbitrali e rispettive decisioni – il pubblico;
  • L’allenatore decide su quanto riguarda la tecnica di allenamento e di gioco. I suoi assistenti devono attenersi strettamente alle sue decisioni. Le eventuali mancanze tecniche e disciplinari degli Assistenti, Capitani e giocatori, dovranno essere segnalate dall’allenatore alla Commissione Disciplinare e non decise sul campo.
  • Il C.D. si riserva di non tesserare, di escludere temporaneamente o definitivamente dalla squadra i tesserati che, per loro condotta privata e/o sportiva o, ancora, per il modo in cui regolano i rapporti con la Società e/o si comportino in modo non confacente a tale Regolamento.
  • A tutti gli atleti è fatto divieto di assumere sostanze dopanti, assumere alcolici e droghe di qualsiasi natura. Pena la sospensione temporanea o permanente dalla squadra.
  • I tesserati Sharks Football ASD non possono prestare la propria opera (allenamenti o altra funzione sportiva) per altre società sportive, senza la preventiva autorizzazione del C.D.
  • I tesserati Sharks Football ASD non possono concedere interviste, scrivere per giornali sulle gare alle quali hanno partecipato senza la necessaria autorizzazione del C.D.
    Non possono scrivere commenti e frasi offensive su Blog o Social Network (es. Facebook) ma comunicare direttamente al Presidente, o altro membro del C.D., eventuali osservazioni.

La non osservanza di tale Regolamento, sarà oggetto di discussione in sede di Consiglio Direttivo e di Commissione Disciplinare, per le eventuali sanzioni.

Art. 3 – SANZIONI DISCIPLINARI

Gli Atleti che contravvengono ai loro doveri sportivi e all’osservanza delle norme del presente Regolamento, sono passibili delle seguenti sanzioni:

  1. Ammonizione
  2. Ammenda
  3. Sospensione temporanea
  4. Espulsione

Le sanzioni vengono inflitte solo ed esclusivamente dal Consiglio Direttivo.
Le sanzioni 1, 2, 3, sono inappellabili, per l’Espulsione è ammesso ricorso al Consiglio Direttivo.